Come gli uomini parlano di amore

“Vuole solo sesso” è una delle accuse più frequenti contro gli uomini. Si basa sulla convinzione diffusa che le donne cercano l’amore e gli uomini cercano le relazioni fisiche..

Quali sono i messaggi nascosti contenuti in questa dichiarazione?

– le donne potrebbero non volere il sesso
– gli uomini non possono volere l’amore
– il sesso non è importante per una donna
– l’amore per un uomo non è importante

Se sovrapponiamo a questo l’atteggiamento generale secolare nei confronti del sesso come peccato e sporcizia, allora otteniamo una narrazione in cui gli esseri superiori (Dio è amore, non è vero?), Le donne, sono costrette ad affrontare gli esseri inferiori, gli uomini. , governato dalla lussuria animale. Cioè, non solo abbiamo creato un falso dualismo (amore – sesso), non solo abbiamo separato l’uno dall’altro, ma abbiamo anche designato uno come buono e l’altro come cattivo, e abbiamo incollato questa caricatura disumanizzante di una creatura incredibilmente complessa – una persona.

Amore, desiderio, relazioni, affetto, libido, sessualità, sesso: vuoi districare almeno un po ‘questo groviglio, e persone molto diverse rosicchiano questo compito: psicologi, medici, biologi, evoluzionisti, neuropsicologi, neuroscienziati, sociologi, culturologi e un numero innumerevole di attivisti ideologici di tutti i tipi. Come costruiamo relazioni, scegliamo partner, esprimiamo la sessualità – è biologia o socializzazione, cultura o geni, ormoni o atteggiamenti?

Questo è tutto, ma ci sono delle sfumature.

Prendiamo, ad esempio, la classica biologia evolutiva della teoria dell’investimento parentale di Robert Travis. Secondo questa teoria, dal punto di vista evolutivo, il sesso che sopporta l’onere di prendersi cura del bambino sarà più selettivo nella scelta del coniuge e sceglierà il coniuge che ha il massimo potenziale di allevamento della prole, sia geneticamente che socialmente. Pertanto, le donne lottano per uomini che siano forti, competenti, in possesso di posizione e potere. Questa è una richiesta di evoluzione che ha centinaia di migliaia di anni. Vicino a lei c’è la famosa teoria delle strategie sessuali di David Bass, descritta nel libro Evolution of Desire. Questa teoria parla di strategie evolutivamente formate per attrarre, scegliere e trattenere un partner sessuale. In particolare, distingue tra strategie di partenariato “a breve termine” e “a lungo termine” e denota le differenze nel comportamento dei rappresentanti di diversi generi in esse..

No, il punto non è affatto che tutte le donne sognano partner a lungo termine e gli uomini sognano partner a breve termine – entrambi hanno strategie per entrambi i casi, ma queste strategie sono diverse..

Nel discorso moderno, le teorie evoluzionistiche sono spesso liquidate come obsolete, con l’affermazione che tutto è cultura. Se l’abbandono della componente evolutiva fosse giustificato, noteremmo come i cambiamenti nelle norme culturali influenzino i cambiamenti nelle strategie evolutive, ma non è così. Uno studio statisticamente significativo su questo argomento è stato condotto in Norvegia, un paese nominato dalle Nazioni Unite leader mondiale nell’uguaglianza di genere e la società più egualitaria del nostro tempo. Tuttavia, ha confermato tutte le disposizioni di entrambe le teorie evolutive. In un paese in cui le donne non si vergognano del sesso, dove c’è una minima pressione religiosa e sociale su di loro e dove hanno un numero di partner simile a quello degli uomini, meno uomini che uomini cercano relazioni fugaci. Hanno bisogno di un periodo di conoscenza più lungo prima del primo contatto sessuale (questa differenza diminuisce sotto l’influenza dell’alcol o quando appare una sensazione di connessione emotiva), iniziano il sesso meno spesso, sono più soddisfatti della quantità di sesso e in un “ideale situazione ”vogliono meno partner degli uomini..

La rivoluzione sessuale degli anni ’60 e ’70, che è arrivata per la contraccezione a prezzi accessibili e la conquista dei diritti delle donne, ha contrastato le norme religiose e i tabù culturali con il diritto di una donna di desiderare il sesso. La falsa modestia fu spazzata via, ma insieme ad essa, altre caratteristiche della libido femminile e della sessualità femminile furono “cancellate”. Erica Jong, nel suo libro Fear of Flying, promuove l’idea del “sesso accidentale” come ribellione di una donna contro l’oppressione patriarcale. Il sesso occasionale e insignificante è diventato quasi la norma per entrambi i sessi, ma ciò non ha cambiato le strategie sessuali: i nightclub ancora non invitano gli uomini di 20 anni gratuitamente. L’editorialista Mary Harrington scrive di come queste conquiste non riescano a soddisfare i bisogni delle donne: “La rivoluzione sessuale per liberare le donne dalle ingiuste aspettative di modestia non ha portato all’uguaglianza. Invece, ha reso la sessualità maschile aggressiva, insensibile e priva di intimità lo standard per tutti, comprese le donne “..

Bene, c’è un riconoscimento e un’accettazione nella società che la sessualità femminile non è “pruriginosa in un posto”, che una donna libera che vuole il sesso non deve volere il sesso senza una connessione emotiva. Gradualmente si arriva a integrare il diritto di desiderare il sesso, esprimersi apertamente nel sesso, cercare piacere nel sesso e soddisfare bisogni e desideri emotivi. Non siamo obbligati a negare il desiderio di sesso come base e negare a noi stessi il desiderio di connessione emotiva, pienezza, contatto profondo, considerandoli culturalmente imposti.

E non sarebbe giusto, allontanandosi dalla caricatura in bianco e nero della libido femminile, abbandonare la stessa libido maschile? Difendendo l’integrità della sessualità femminile, Mary Harrington riproduce questa vignetta più e più volte senza accorgersene, definendo la sessualità maschile “aggressiva, insensibile, priva di intimità”..

Non sarebbe giusto pensare che forse, proprio come le donne esistevano negli ideali di umiltà e sottomissione, gli uomini esistevano negli ideali di aggressività, fiducia e potere? E che, forse, è necessario smettere di chiamare la sessualità maschile ovunque aggressiva e insensibile allo stesso modo di smettere di dubitare del desiderio di sesso da parte delle donne..

“Ogni genere aveva il diritto di esprimere i propri bisogni nella lingua consentita”, scrive la psicoterapeuta Esther Perel. “Nel corso della storia, le donne hanno parlato nella lingua dei sentimenti e delle emozioni e hanno rivestito i loro desideri sessuali. Il linguaggio degli uomini era il sesso e attraverso di esso chiedevano intimità, accettazione, connessione, tenerezza, attrazione. Il sesso è un’opportunità per esprimere un intero universo di emozioni proibite agli uomini “.

Forse il “desiderio di amore” e il “desiderio di sesso” non sono così opposti come si pensava. Forse “ti amo” e “ti voglio” in realtà sono molto più vicini di quanto sembri.

Articoli simili

  • Il sessuologo Dmitry Kapustin: “Il rimedio al tradimento è l’amore e la varietà”

    La seconda parte della conversazione con Dmitry Kapustin, sessuologo del Lode Medical Center. – Anche se dicono che non esiste una cosa come…

  • Può esserci amicizia tra un uomo e una donna?

    Può esserci un’amicizia davvero forte tra un uomo e una donna? Sicuramente questa domanda viene spesso posta dagli scolari seduti a una scrivania! Dal momento che no…

  • Le migliori qualità degli uomini attraverso gli occhi delle donne

    Attenzione e cura Non è un segreto che ogni donna ama essere trattata con attenzione e cura. Se ripete la stessa domanda cento volte,…