Dispensa di ormoni maschili – menopausa negli uomini

Contenuti

L’ipogonadismo maschile o la carenza del principale ormone sessuale maschile – il testosterone – rimane attualmente un problema molto urgente e complesso. È una manifestazione di molte diverse condizioni patologiche, la cui classificazione si basa su due principi: localizzazione delle cause della patologia (ipotalamo, ghiandola pituitaria, testicoli, organi bersaglio degli androgeni) e la loro natura (genetica, endocrina, infiammatoria, traumatica, eccetera.). L’essenza del fenomeno è la violazione delle funzioni generative (spermatogenesi) e ormonali (steroidogenesi), meno spesso – solo generative. Di conseguenza, una delle manifestazioni più comuni dell’ipogonadismo è la carenza di androgeni..

L’ipogonadismo può verificarsi dal momento della nascita, svilupparsi durante la pubertà, l’età adulta o la vecchiaia. Le cause più comuni di ipogonadismo congenito sono anomalie cromosomiche o esposizione a fattori dannosi durante lo sviluppo intrauterino..

Nell’ultimo decennio è stato studiato il problema dei cambiamenti endocrini negli uomini sopra i 50 anni. Ovviamente, tali cambiamenti non si limitano agli ormoni sessuali, ma la progressiva carenza androgenica con l’età è il loro collegamento centrale. Uno studio sull’invecchiamento maschile del Massachusetts ha rilevato che dopo i 50 anni, il testosterone totale diminuisce dello 0,4% all’anno, il testosterone libero dell’1,2% e il testosterone associato all’albumina dell’1,0% all’anno..

La funzione sessuale maschile diminuisce lentamente e gradualmente come parte del processo di invecchiamento biologico. Questo processo è noto come menopausa maschile, andropausa, (sindrome da carenza di androgeni correlata all’età parziale negli uomini o ipogonadismo correlato all’età). Non c’è consenso sulla terminologia. Gli autori hanno proposto di chiamare l’intera serie di cambiamenti che si verificano nel corpo maschile in connessione con insufficienza androgena legata all’età, disturbi del climaterio e le loro manifestazioni cliniche, che hanno una sola genesi, – sindrome del climaterio. In senso stretto, la menopausa maschile, secondo la definizione dell’International Society for the Study of the Problems of Older Men, è una sindrome biochimica che si manifesta in età adulta ed è caratterizzata da una carenza di androgeni nel siero del sangue, accompagnati o meno accompagnato da una diminuzione della sensibilità del corpo agli androgeni, che può portare a un significativo deterioramento della qualità della vita e influire negativamente sulle funzioni di molti sistemi corporei.

Terapia sostitutiva con androgeni (AZT)

Attualmente, la maggior parte degli esperti ritiene che tutte le forme di ipogonadismo associate a una produzione insufficiente di ormoni sessuali maschili o androgeni nei testicoli richiedano un trattamento con farmaci a base di testosterone. La somministrazione di testosterone a lungo termine è necessaria anche per l’ipogonadismo secondario. Un’indicazione per l’uso del testosterone è anche il ritardo nello sviluppo sessuale. La durata dell’uso del testosterone dipende dalla situazione specifica. Ad esempio, con lo sviluppo sessuale ritardato, sono diversi mesi ei disturbi del climaterio giustificano l’AZT per tutta la vita. In caso di carenza di androgeni, il trattamento con testosterone è indicato quando la sua concentrazione sierica al mattino è inferiore a 12 nmol / L. Nella correzione dei disturbi del climaterio, le manifestazioni cliniche sono il principale punto di riferimento. Secondo il consenso internazionale, l’obiettivo principale dell’AZT è quello di raggiungere e mantenere le concentrazioni sieriche di testosterone entro le norme fisiologiche..

Fonte di testosterone

Quando si sceglie un farmaco per la terapia patogenetica con androgeni, gli autori raccomandano di valutarne la conformità ai seguenti requisiti:

  • la capacità di riportare i livelli di testosterone a valori fisiologici;
  • non creare concentrazioni superiori a quelle fisiologiche e quindi non sopprimere la funzione testicolare;
  • mancanza di epatotossicità ed epatocarcinogenicità;
  • contenuto di molecole naturali di testosterone;
  • conveniente via di somministrazione nel corpo;
  • spettro completo di effetti del testosterone;
  • la possibilità di selezione flessibile della dose e ritiro rapido del farmaco.

Attualmente, il mondo produce preparati di testosterone per somministrazione e iniezione orale, forme di dosaggio sottocutanee (impianti) e cutanee transdermiche (cerotti e gel).

Per la terapia sostitutiva, l’uso più adeguato del testosterone naturale, tuttavia, se assunto per via orale, viene rapidamente assorbito a livello intestinale e completamente metabolizzato a livello epatico, senza raggiungere gli organi bersaglio. Pertanto, vengono utilizzate forme modificate di testosterone che possono essere assorbite nel sistema linfatico intestinale e quindi entrare nel flusso sanguigno attraverso il dotto linfatico toracico, raggiungendo gli organi bersaglio prima del fegato..

Le forme iniettabili di esteri di testosterone presentano una serie di svantaggi significativi che ne limitano l’uso:

  • la necessità di iniezioni intramuscolari profonde periodiche (ogni 2-3 settimane);
  • fluttuazioni significative dei livelli sierici di testosterone;
  • il verificarsi nelle prime 72 ore dopo l’iniezione di livelli di testosterone sovrafisiologico, seguito da una diminuzione costante nell’arco di 10-14 giorni;
  • cambiamenti dell’umore e del benessere dei pazienti associati a fluttuazioni dei livelli di testosterone (effetto montagne russe);
  • mancanza di capacità di creare un normale ritmo circadiano della concentrazione di testosterone;
  • a causa di livelli intermittenti di testosterone soprafisiologico, il possibile sviluppo di una maggiore sensibilità delle ghiandole mammarie e della ginecomastia.

In una certa misura, i preparati di testosterone di nuova generazione sono privati ​​di queste proprietà negative, che consentono di mantenere a lungo il livello di testosterone entro limiti fisiologici senza provocare picchi di concentrazione..

È assolutamente impossibile andare in farmacia, comprare un gel e applicarlo (e altro ancora, per aumentare l’effetto!). È necessaria la consultazione e l’esame di un medico. È importante che non lavori da solo, ma nel team di una clinica urologica o andrologica specializzata.

Articoli simili

  • Erezione instabile negli uomini: cause e trattamenti

    Un’erezione instabile negli uomini è uno dei disturbi sessuali più comuni. A rischio sono i giovani sotto i 20 anni che hanno l’erezione…

  • Le migliori qualità degli uomini attraverso gli occhi delle donne

    Attenzione e cura Non è un segreto che ogni donna ama essere trattata con attenzione e cura. Se ripete la stessa domanda cento volte,…

  • Come gli uomini parlano di amore

    “Vuole solo sesso” è una delle accuse più frequenti contro gli uomini. Si basa sulla convinzione diffusa che le donne cercano…